Tutto sull'allattamento: dalla preparazione ai migliori integratori

  14/05/2024- Pubblicato in I consigli di Farmacie Ravenna

Prepararsi all'allattamento è un passaggio fondamentale per ogni futura mamma che desidera intraprendere questo meraviglioso viaggio con il proprio bambino. È un'esperienza che fortifica il legame madre-figlio e offre al neonato il miglior nutrimento possibile. Tuttavia, per navigare con successo in questa esperienza, è essenziale prepararsi adeguatamente.

L’informazione è cruciale. Partecipare a corsi sull'allattamento, leggere libri e consultare fonti affidabili online può fornire una solida base di conoscenze. Queste risorse possono aiutare a comprendere i meccanismi dell'allattamento, le migliori posizioni per allattare e come stimolare una corretta suzione. Un secondo aspetto importante è preparare il seno all'allattamento. Massaggi delicati e l'uso di creme idratanti possono aiutare a rendere la pelle più elastica e resistente, riducendo così la possibilità di screpolature o dolori quando si inizia ad allattare. È anche fondamentale creare un ambiente sereno e confortevole per l’allattamento. Identificare un luogo tranquillo in casa dove potersi sedere comodamente con tutto il necessario a portata di mano (acqua, snack, cuscini per il supporto) può fare la differenza nell’esperienza di allattamento.

Non esitate a chiedere supporto. Parlare con altre mamme che hanno vissuto questa esperienza o consultare un consulente professionale dell'allattamento può offrire sostegno pratico ed emotivo.

Come funziona il periodo di allattamento

Durante questo periodo, il corpo della donna attraversa un processo naturale predisposto a nutrire e proteggere il proprio bambino. Il latte materno è una miscela perfetta di nutrienti, vitamine e anticorpi essenziali per lo sviluppo e il benessere del neonato. È interessante notare come la composizione del latte materno si adatti alle esigenze nutrizionali del bambino man mano che cresce. Questo processo biologico è un chiaro esempio della straordinaria sintonia tra madre e figlio.

Studi hanno dimostrato che l'allattamento al seno riduce il rischio di sviluppare malattie croniche sia nei bambini che nelle madri, oltre a favorire un ritorno più rapido al peso pre-gravidanza per la mamma.

Quale integratore prendere in allattamento

Durante l'allattamento è fondamentale garantire che il vostro corpo riceva tutto il sostegno necessario per produrre latte ricco e nutriente. In questo paragrafo troverete alcuni consigli sugli integratori e sui nutrienti da considerare durante questo periodo speciale.

Come abbiamo potuto constatare tra i nutrienti più utilizzati durante a gravidanza e l'allattamento abbiamo:

  • la Vitamina D: spesso definita la "vitamina del sole", è cruciale per la salute delle ossa e del sistema immunitario sia della mamma che del bambino;
  • Acidi Grassi Omega-3 (DHA): fondamentali per lo sviluppo neurologico del bambino, gli omega-3 possono essere assunti tramite l'integrazione o consumando pesce ricco di DHA come salmone ed sgombro;
  • Ferro: l'allattamento aumenta il fabbisogno di ferro per prevenire l'anemia, specialmente se avete avuto perdite ematiche significative durante il parto o se la vostra dieta è carente in questo minerale;
  • Calcio: essenziale per la salute ossea, il calcio aiuta a prevenire la perdita di densità ossea nelle madri durante l'allattamento;
  • Vitamina B12: particolarmente importante per chi segue una dieta vegetariana o vegana, la vitamina B12 supporta lo sviluppo cerebrale del bambino e aiuta a prevenire carenze nutrizionali.

Ricordate, l'integrazione non sostituisce una dieta equilibrata e variata. Invece, dovrebbe servire come un supporto aggiuntivo per assicurare tutti i nutrienti necessari in questa fase così importante della vita. Prendersi cura di sé stessi significa prendersi cura del proprio bambino.

Quali sono i cibi da evitare durante l'allattamento

È essenziale prestare attenzione alla propria dieta in questo periodo, poiché alcuni alimenti possono influenzare il benessere del neonato.

  • Primo fra tutti, limitate il consumo di caffeina. Un caffè al mattino può sembrare innocuo, ma la caffeina si trasferisce nel latte materno, potendo alterare il sonno del bambino. Optate per alternative più dolci e meno stimolanti come tisane o succhi naturali.
  • Gli alimenti piccanti meritano una menzione speciale. Sebbene non siano pericolosi di per sé, possono causare disagio a certi neonati, provocando irritabilità o disturbi gastrointestinali.
  • Alcolici sono da evitare rigorosamente. L'alcool passa facilmente nel latte materno e può danneggiare lo sviluppo del bambino.
  • Infine, bisogna fare attenzione agli alimenti altamente allergenici come arachidi, uova e frutti di mare. Introdurli con cautela vi aiuterà a monitorare possibili reazioni allergiche.
 
Blog menu