I rimedi per le zanzare

Pubblicato il 02/09/2019


Sono diversi i rimedi per le zanzare che si possono adottare su adulti e bambini per proteggersi dalle loro punture, a partire dalla prevenzione: negli ambienti aperti ricordiamo i comuni zampironi o le candele a base di citronella, mentre all’interno delle abitazioni si possono usare gli elettroemanatori a ricarica liquida, che ci proteggono emanando vapori nell’ambiente. Si tratta di prodotti classificati come biocidi, sottoposti a regole e controlli ben precisi da parte delle autorità sanitarie.

Nonostante essi siano caratterizzati da bassa tossicità e breve persistenza nell’ambiente, per un loro utilizzo ottimale è necessario creare un piccolo ricircolo d’aria, per evitare effetti irritanti.

I migliori prodotti per le zanzare

Farmacie Ravenna vi propone diversi prodotti e repellenti che possono essere utilizzati per prevenire le punture di zanzare:

zanzarella

Coswell Zanzarella Z-Protection Lozione 100 ml

Idrata e protegge ogni giorno la pelle più delicata come quella dei bambini. L'innovativa formulazione priva di componenti irritanti è naturalmente sgradita alle zanzare e garantisce protezione fino a 8 ore.

z care

Bouty Zcare Protection Spray 100 ml

Insetto repellente per zanzare e zecche.

bouty dopopuntura

Bouty Z Care Dopopuntura Natural 14 ml

Prodotto indicato per svolgere un'azione di sollievo immediato in seguito alla puntura di insetti, in particolare zanzare, tafani, mosche, api, vespe o in seguito al contatto con meduse o piante urticanti.

alontan

Pietrasanta Pharma Alontan Natural salvietta repellente insetti

Alontan Natural Salvietta repellente Insetti sono realizzate in un morbidissimo tessuto non tessuto di cotone, delicatissimo sulla pelle.

alontan penna

Pietrasanta Alontan Penna Dopopuntura 15 ml

Non unge e lascia sulla cute una piacevole profumazione. Costituisce una barriera efficace e delicata per la pelle dei bambini, più sensibile, è presente una speciale formulazione naturale.

Accortezze per i repellenti contro le zanzare

Per quanto riguarda l’applicazione sulla pelle le accortezze aumentano: tali repellenti andrebbero utilizzati solo in caso di effettiva necessità.

I più comuni principi attivi che troviamo in questi prodotti sono:

  • Icaridina;
  • Dietiltoluamide;
  • Altre molecole di sintesi come il citrodiol.

Anche queste sostanze sono sotto il controllo del Ministero della Salute: in Italia è sufficiente una concentrazione (riportata per legge in etichetta) del 20% di principio attivo, mentre nelle zone a rischio la concentrazione può raggiungere anche il 50% e non deve essere al di sotto del 30%.

È importante ricordare che gli insetto-repellenti non vanno mai usati insieme alle creme solari e idratanti con schermo anti UV, perché queste possono aumentare l’assorbimento del principio attivo e quindi diminuirne l’evaporazione.

Inoltre, non si devono applicare su tagli, ferite o su una precedente puntura di zanzara perché la pelle può infiammarsi maggiormente. Dopo la loro applicazione bisogna sempre lavarsi le mani.

Per i più piccoli va posta maggiore attenzione nell’utilizzo di questi prodotti:

  • Sotto i due anni di età è consigliato optare per barriere meccaniche, come ad esempio un velo di tulle da mettere su culla o passeggino;
  • Dai 2 ai 12 anni si consiglia l’utilizzo di prodotti a base di estratti naturali o con concentrazioni di principio attivo inferiori al 10%, due volte al giorno e applicati da un adulto;
  • Dai 12 anni la concentrazione di principio attivo può raggiungere il 20%.

In gravidanza e allattamento è consentito il citrodiol ma solo a una concentrazione inferiore al 20% e per una sola applicazione al giorno.

Rimedi naturali per le punture di zanzare

Alternative all’uso di prodotti biocidi possono essere prodotti a base di estratti naturali, disponibili in commercio sia come spray sia sotto forma di braccialetti utilizzabili da adulti e bambini. Di solito si tratta di un mix di essenze naturali note per essere particolarmente sgradite alle zanzare, compresa la zanzara tigre, ovvero:

  • Citronella;
  • Geranio;
  • Limone;
  • Rosmarino;
  • Lavanda.

Le stesse miscele possono essere usate per ridurre prurito e gonfiore post puntura, se non si hanno in casa creme a base di calendula.

Altre alternative lenitive possono essere le penne a base di ammoniaca in acqua e olio, che permettono di applicare il prodotto con precisione, senza sprechi; oppure senza ammoniaca ma con bicarbonato di sodio, tea tree oil, aloe vera e vitamina E per i più piccoli.

Se in mare ci sono le meduse?

Nel caso di contatto con meduse, è necessario lavare la parte con abbondante acqua marina (non usare acqua dolce e fredda), rimuovere i tentacoli e applicare un gel astringente a base di cloruro di alluminio.

In commercio si possono trovare anche protezioni solari barriera per meduse, ovvero creme solari capaci di inibire il meccanismo urticante della medusa. Si tratta di formulazioni a base di estratti di plancton, polisaccaridi e altri ingredienti naturali che frenano le cellule urticanti nel momento in cui i tentacoli sfiorano la pelle.

Nel caso in cui si entri inavvertitamente a contatto con una medusa, questa non riconosce la pelle come un elemento di minaccia e scivola via, senza provocare l’effetto urticante.

SalusCard

Turni Farmacie

Consulta gli orari di apertura delle nostre Farmacie
La farmacia comunale più vicina