Meteorismo

Definizione

Il meteorismo è un disturbo caratterizzato da un’eccessiva presenza di gas intestinali, ciò provoca spasmo e distensione dell’addome. Può essere accompagnato da dolore più o meno intenso e, nei casi più seri, si riscontrano anche disturbi respiratori. Il meteorismo è un sintomo molto diffuso, che insieme al dolore addominale e a disturbi dell’alvo colpisce più del dieci percento degli Italiani. Le principali cause sono: 1-eccessiva introduzione di aria attraverso la deglutizione (aerofagia). Alla base di questa condizione esistono quasi sempre cattive abiudini igienico-alimentari (pasti frettolosi, parlare durante il pasto, masticazione di gomme, eccesso di bevande gassate, etc.) 2-eccessiva fermentazione dei cibi nell’intestino e iperproduzione fisiologica di gas dovuta alla composizione dell’alimento (zucchero o cellulosa) 3-ristagno fecale 4-patologie che ostacolano l’assorbimento dei gas intestinali; in corso di patologie epatiche ed intestinali il normale assorbimento dei gas ed il loro trasporto nel torrente circolatorio è compromesso con conseguente accumulo di aria nell’intestino. 5-alterazioni della circolazione sanguigna nell’intestino 6-scorretta associazione, nello stesso pasto, degli alimenti o a cattive abitudini alimentari.

Informazioni Nutrizionali

Il primo consiglio è quello di mangiare con calma masticando lentamente e bene, questo accorgimento, oltre a favorire i processi digestivi, permetterà una minore introduzione di aria nell’intestino; evitare l’utilizzo della cannuccia per le bevande e fare a meno di masticare chewing-gum o succhiare caramelle. Ridurre al minimo l’assunzione di bevande gasate. Evitare il fumo e sopratutto eliminare la cattiva abitudine di fumare tra una portata e l’altra. Esistono inoltre degli alimenti che predispongono l’organismo a questo spiacevole disturbo. Occorre però fare una distinzione tra, alimenti che producono di per sé un’eccessiva quantità di gas ed alimenti che producono aria in eccesso soltanto perché arrivano in un intestino o in uno stomaco alterato. E’ il caso ad esempio delle intolleranze alimentari come quelle, diffusissime, al lattosio o al glutine. Queste intolleranze vanno ricercate in tutti quei soggetti che pur avendo buone abitudini alimentari soffrono di meteorismo spesso complicato da dolore e spasmi. Gli alimenti in grado di causare meteorismo sono soprattutto quelli ricchi di carboidrati ed in particolare di oligosaccaridi (piccole catene glucidiche, spesso non digeribili, che stimolano la proliferazione di numerosi batteri presenti nel colon). Rientrano nella categoria alimenti come i fagioli, le cipolle, il lievito, il latte e cibi particolarmente ricchi di fibre. Occorre inoltre ridurre le porzioni di alimenti come i cavoli, i cerali integrali, i cibi particolarmente grassi, legumi come lenticchie e fave, i formaggi fermentati, il vino e i superalcolici; evitare inoltre di consumare cibi fritti. La maggior parte degli amidi, comprese le patate, il grano e la pasta, producono gas, mentre il riso è l’unico alimento contenente amido che non provoca gas. Viceversa, vi sono alcuni alimenti che possono essere d’aiuto nel combattere l’eccessiva produzione di gas intestinale: il finocchio sotto forma di tisana, il cumino, l’anice e la menta. Il meteorismo può essere causato anche ad una scorretta combinazione, nello stesso pasto, di diversi cibi. È bene non combinare proteine di diversa origine (latte, uova, legumi e carne). Infine porre attenzione anche ai dolcificanti artificiali e agli alimenti dietetici che li contengono; appartengono a questa categoria il mannitolo e il sorbitolo, zuccheri dalle spiccate proprietà lassative e difficilmente digeribili. Molti alimenti contengono fibre solubili ed insolubili: la fibra solubile si scioglie facilmente in acqua ed assume una consistenza gelatinosa nell’intestino: si trova nella crusca di avena, nei fagioli, nei piselli e in quasi tutta la frutta. La fibra solubile non viene intaccata finché non raggiunge l’intestino crasso, dove la digestione causa meteorismo. La fibra insolubile, invece, passa essenzialmente immutata attraverso l’intestino e produce poco gas. La crusca di frumento e alcune verdure contengono questo tipo di fibra.

Consigli Alimentari

Consigliati

  • anice
  • cumino
  • finocchi
  • menta
  • mirtilli
  • riso
  • crusca

Sconsigliati

Sono sconsigliati:

  • banane
  • pesche
  • uvafichi
  • bevande gasate
  • broccoli
  • cavolfiori
  • cavoli
  • cereali integrali
  • cipolle
  • crauti
  • dolcificanti artificiali
  • fagioli
  • fave
  • formaggi fermentati
  • latte
  • lenticchie
  • maionese
  • melanzane
  • pane (mollica)
  • piselli
  • prugne
  • ravanelli
  • superalcolici
  • vino
  • cioccolata

Azienda

Patologie & Alimentazione

SalusCard

Categorie

Turni Farmacie

Comunali aperte e di turno in questo momento
La farmacia comunale più vicina