Difficoltà digestive: le cause e i rimedi

Pubblicato il 15/12/2020


La dispepsia è uno tra i disturbi più comuni nella popolazione mondiale (ne soffre circa il 20%), colpisce un po' tutte le fasce di età ed è particolarmente frequente tra le donne, i fumatori e i soggetti in poli-terapia cronica. Secondo un'indagine statistica recente su un campione di dieci persone, almeno due soffrono o hanno sofferto di difficoltà digestive e reflusso in modo occasionale o persistente.

Che cosa è la dispepsia e quali sono le cause?

Per dispepsia s'intende una sensazione di fastidio o dolore nella porzione superiore dell'addome, spesso è ricorrente.
Il motivo per cui si è così diffusa è legato sia a ciò che l'industria alimentare ci offre (cibi ricchi di additivi, glutammati e zuccheri) sia alle nostre abitudini alimentari (sempre più fast e meno healthy) e salutari (fumo, alcool e sedentarietà aumentano le probabilità di soffrire di dispepsia).
Alcuni accorgimenti comportamentali possono ridurre questi sintomi, come ad esempio non coricarsi a stomaco pieno, alzare la posizione del tronco a letto, evitare abiti stretti che costringono lo stomaco, alcolici, bibite gasate, caffè e cioccolato.

Difficoltà digestive: i sintomi

I principali sintomi sono:

  • Pesantezza e bruciore allo stomaco;
  • Alitosi;
  • Fitte nella parte alta dello stomaco;
  • Difficoltà di digestione;
  • Meteorismo;
  • Sonnolenza.

Consigli per combattere i dolori allo stomaco

Sicuramente per sintomatologie importanti occorre rivolgersi al medico specialista (gastroenterologo, dietologo), ma anche il farmacista può avere un ruolo importante nel riconoscere i primi segnali di questo disturbo e proporre soluzioni.
Esistono in commercio diversi farmaci da banco utili per contrastare questi fastidiosi sintomi: partendo dai classici antiacidi abbiamo gli idrossidi di magnesio e alluminio e i sali di sodio e magnesio. Mentre gli idrossidi hanno un effetto tampone immediato (perché contrastano l’ambiente acido dello stomaco) ma una breve durata d’azione, i sali agiscono più lentamente (sono meno solubili in acqua) e il loro effetto tampone dura più a lungo; per queste loro caratteristiche spesso sono usati in associazione.

Prodotti consigliati per il reflusso

Ecco alcuni prodotti consigliati da Farmacie Ravenna per contrastare la dispepsia:

Guna Nux Vomica Homac 30 ml Gocce Heel Digestione

Guna Nux Vomica Homac 30 ml Gocce Heel Digestione

Medicinale omeopatico ad ampio spettro per i diversi disturbi funzionali dell'apparato digerente. Favorisce il recupero della funzione digestiva attraverso un'azione sinergica a livello neurovegetativo, gastrico, intestinale, epatico.

D. M. G. Gastrotuss Sciroppo 25 Buste Reflusso-Gastroesofageo

D. M. G. Gastrotuss Sciroppo 25 Buste Reflusso-Gastroesofageo

Dispositivo medico ad azione meccanica indicato nel trattamento del reflusso gastrico al fine di ridurre i sintomi ad esso correlati.

Aquilea Reflux Integratore per la funzionalità digestiva 20 Stick Monodose

Aquilea Reflux Integratore per la funzionalità digestiva 20 Stick Monodose

Integratore coadiuvante in caso di reflusso gastro-esofageo e utile per il benessere dell'apparato digerente e del ripristino della fisiologica funzionalità dei processi digestivi.

Alfasigma Esoxx One 20 Stick monodose da 10 ml

Alfasigma Esoxx One 20 Stick monodose da 10 ml

Integratore in stick che consente di ridurre rapidamente i sintomi riguardanti pirosi, dolore epigastrico, rigurgito acido, tosse irritativa, disfonia.

Sempre come farmaci da banco possiamo trovare anche degli inibitori di pompa che agiscono a valle del sistema di controllo della secrezione acido-gastrica (per questo sono formulati con rivestimenti gastro-protetti). Infine tra i farmaci di sintesi troviamo i procinetici che promuovono il deflusso del cibo verso l’intestino ed esercitano un’azione anti-gonfiore.

Rimedi naturali per la cattiva digestione

Il farmacista può proporre al paziente in poli-terapia o a chi predilige rimedi naturali alcuni prodotti fitoterapici o omeopatici (in particolare se il reflusso e la cattiva digestione hanno un origine emotiva/di stress). Per quanto riguarda la fitoterapia si consigliano prodotti o integratori a base di:

  • Liquirizia che contiene saponine (glicirrizina) ad azione antiinfiammatoria e cicatrizzante sulla mucosa gastrica e flavonoidi con azione antispastica sulla muscolatura liscia; sconsigliata ai pazienti ipertesi
  • Malva che ha mucillagini ad attività antinfiammatorie sulle mucose; è una pianta che può essere usata senza effetti collaterali anche in gravidanza
  • Zenzero il suo rizoma è ricco di olii essenziali e gingeroli che stimolano i movimenti peristaltici di stomaco ed intestino esplicando anche un effetto antinausea. Risulta essere inoltre un valido antiinfiammatorio a livello sistemico.
  • Anice, finocchio e camomilla, queste ultime tre piante hanno azione prevalentemente antispastica, vengono spesso usate anche in associazione come infusi da assumere mezz’ora prima dei pasti in caso di gastriti croniche con atonia e pesantezza post-prandiale.

In omeopatia si suggerisce una terapia con Nux vomica 9 CH in caso di sonnolenza dopo i pasti, pesantezza di stomaco e nausea in soggetti golosi e irritati da uno stile di vita frenetico; Antimonium crudum 9 CH se ci sono casi di intestino irritato, “lingua bianca”, eruttazione in soggetti estremamente voraci; Ipeca 9 CH se il paziente lamenta nausea, malessere intestinale a seguito di ingestione da frutta, ipersalivazione.
Il nostro ruolo, in qualità di farmacisti, è consigliare il paziente verso il rimedio più idoneo in caso di un disturbo digestivo a carattere improvviso e passeggero, valutare le varie interazioni tra farmaci e/o integratori per i soggetti in poli-terapia o le donne in gravidanza e proporre una dieta più leggera per uno stile di vita più sano. Sani abitudini preventive.

Protocollo sicurezza Farmacie Ravenna

Turni Farmacie

Consulta gli orari di apertura delle nostre Farmacie
La farmacia comunale più vicina