Covid-19: tamponi rapidi nasali in farmacia

Pubblicato il 04/02/2021


Dopo i test sierologici, lo scorso 21 dicembre sono arrivati i tamponi rapidi nasali in farmacia, nell’ambito della seconda, massiccia campagna di screening per contrastare la diffusione del Covid-19, voluta dalla Regione Emilia Romagna. L’indagine epidemiologica che proseguirà fino al prossimo 30 giugno, termine che potrebbe essere prorogato, riguarda oltre 2 milioni di cittadini, dai bambini agli adulti. A parlarne sono le dottoresse Florjalda Beqo e Carlotta Cicognani di Ravenna Farmacie.

Dott.ssa Florjalda Beqo, quali sono le principali caratteristiche di questo nuovo screening?

«Come quella precedente, è gratuito e su base volontaria, voluto per rafforzare la lotta al Coronavirus. L’obiettivo è infatti quello di identificare gli asintomatici per impedire eventuali focolai, a partire dagli ambiti scolastici e familiari. Può essere effettuato dagli aventi diritto una volta al mese».

Chi sono i destinatari dei tamponi rapidi nasali in farmacia?

«L’invito a partecipare è rivolto a tutti gli scolari e gli studenti da 0 a 18 anni e i maggiorenni che frequentano la scuola secondaria superiore, con i loro genitori, fratelli e sorelle e altri familiari conviventi, nonché i nonni non conviventi; gli studenti universitari che hanno il medico generale in Emilia Romagna e quelli che, benché qui assistiti, frequentano università fuori regione. E ancora il personale dei servizi educativi 0-3 anni e quello scolastico di ogni ordine e grado, compresi gli enti di formazione che erogano i Percorsi di istruzione e formazione professionale e gli studenti che li frequentano. Sono inclusi, infine, anche i farmacisti che fanno parte del progetto e le persone disabili con i familiari conviventi».

Dott.ssa Carlotta Cicognani, il test si effettua nelle farmacie. Qual è il primo passo?

«Recarsi fisicamente sul posto per ricevere dal farmacista i moduli da compilare con proprio recapito telefonico e codice fiscale, firmare e consegnare il giorno fissato per il tampone».

Il giorno del tampone, si inizia con…

«La misurazione della temperatura corporea che non deve essere superiore ai 37,5 gradi. Il test, infatti, è rivolto unicamente a persone prive di sintomi. Questo significa che non può essere effettuato se, negli ultimi 10 giorni, si sono avuti contatti stretti con persone affette da Covid-19, febbre o sintomatologia respiratoria. Per i cittadini che si trovano in queste condizioni, sono infatti attivi altri percorso».

Il farmacista fornisce le opportune indicazioni per effettuare il tampone rapido nasale in autonomia. Può ricordarle?

«Il tampone è da inserire in entrambe le narici fino alla tacca di riferimento, che è di circa 2,5 centimetri. Una volta all’interno delle cavità nasali, deve essere fatto roteare 4/5 volte e poi estratto».

In quanto tempo si ottiene il risultato e cosa succede dopo?

«In appena 15 minuti, si saprà l’esito che sarà sia comunicato a voce, sia caricato sul Fascicolo sanitario elettronico e trasmesso al medico di base. In caso di positività, l’Ausl ricontatterà telefonicamente la persona per eseguire un secondo test a carico del Sistema sanitario nazionale, per confermare o meno l’esito».

Protocollo sicurezza Farmacie Ravenna

Turni Farmacie

Consulta gli orari di apertura delle nostre Farmacie
La farmacia comunale più vicina